Definizione vasellame

Si chiama terracotta per un materiale che viene generalmente utilizzato per la produzione di stoviglie . È in terracotta che è verniciato per dargli una finitura migliore e una maggiore resistenza.

vasellame

La terraglia, quindi, viene generata dal fuoco dell'argilla a una temperatura compresa tra 1.000 ºC e 1.300 ºC con successiva applicazione di smalti o smalti . Il risultato è una pasta bianca porosa, sottile e assorbente.

Per estensione, si chiama ceramica per l' insieme dei pezzi che compongono l'ajuar della famiglia : tazze, vasi, piatti, ciotole, ecc. Esistono diversi tipi di terracotta secondo le tecniche applicate allo sviluppo del prodotto.

Le terrecotte bianche (monocromatiche) sono quelle tradizionali. La terracotta smaltata o la terracotta fine, nel frattempo, presenta dettagli di alta qualità.

Le stoviglie decorate, invece, presentano ornamenti eseguiti con disegni a smalti, incisioni o brunitura. In questo modo viene combinata l'utilità dell'elemento con la bellezza, poiché gli oggetti possono essere usati come ornamenti .

È importante ricordare che, oltre alla popolarità prevalente delle porcellane, le stoviglie possono attualmente includere piatti, piatti e bicchieri realizzati con porcellana, vetro, legno, plastica o metallo, tra gli altri materiali.

Loza è anche il nome di due consigli spagnoli. Uno è nella Comunidad Foral de Navarra, mentre l'altro è nella provincia di Álava .

Infine, non confondere tra terraglia (con Z ) e lastra (con S ): questo secondo termine si riferisce a una pietra piatta utilizzata nel campo dell'edilizia.

Raccomandato
  • definizione: ASCII

    ASCII

    ASCII è l' acronimo che corrisponde all'espressione inglese American Standard Code for Information Interchange . Detta frase può essere tradotta come codice standard americano per lo scambio di informazioni . È un modello di codifica che viene utilizzato nel campo della tecnologia dell'informazione. L
  • definizione: senza fili

    senza fili

    Il wireless è una parola in inglese che può essere tradotta come "wireless" o "wireless" . Il suo uso, quindi, potrebbe essere collegato a qualsiasi tipo di comunicazione che non richiede un mezzo di propagazione fisica. Tuttavia, la nozione di wireless è utilizzata principalmente per denominare le comunicazioni wireless nell'ambito delle tecnologie informatiche. I
  • definizione: intrigo

    intrigo

    La nozione di intrigo allude a un atto eseguito con astuzia e cautela , in modo tale che il suo sviluppo o le sue vere intenzioni siano nascoste. Il concetto può anche essere usato in riferimento ad un mistero o ad un dilemma irrisolto . Ad esempio: "Nei progressi della serie si alza l'intrigo che sarà sviluppato in tutti i capitoli" , "L'aspetto di centinaia di pinguini morti sulle spiagge meridionali è motivo di intrighi tra gli scienziati" , "Le dichiarazioni del pugile ha generato intrighi sul suo futuro . &
  • definizione: austerità

    austerità

    Fino al latino dovremmo tornare indietro per trovare l'origine etimologica della parola austerità. In particolare, dobbiamo dire che è il risultato della somma di due componenti di quel linguaggio: l'aggettivo "austerus", che è sinonimo di "grezzo o difficile", e il suffisso "-itas", che può essere tradotto come "qualità" . Aus
  • definizione: eone

    eone

    La parola greca aiṓn venne in latino come eone , che nella nostra lingua deriva nell'eone . Il termine ha diversi usi a seconda del contesto. Nel linguaggio colloquiale , un eone è un periodo temporale molto lungo, sebbene impreciso . Ad esempio: "Eoni fa non ho mangiato questo piatto" , "Sento che sono passati eoni da quando ho parlato per l'ultima volta con Marta" , "Pensavo di essere stato bloccato per eoni, ma in realtà la prigionia non durava più di due ore" . Per
  • definizione: specchio

    specchio

    Il concetto di specchio , che deriva dal termine latino specŭlum , allude a una superficie che riflette ciò che è prima. Di solito è una lastra di vetro che è incorniciata e appesa a un muro. La riflessione è chiamata il cambiamento della direzione di un'onda , prodotta quando, quando incontra una superficie che separa due supporti mutevoli, ritorna al suo luogo di origine. Nel